Si è conclusa la fase di valutazione dei 90 progetti dei giovani artisti ammessi alla VI edizione del Concorso “un’Opera per il Castello”
La Giuria ha selezionato il vincitore Chiara Coccorese con l’opera La Cura.
La giuria ha premiato il progetto della giovane artista che “ha declinato il tema del concorso mostrando particolare sensibilità nello sviluppo della dicotomia spazio pubblico-ambiente familiare, riflettendo allo stesso tempo sull'idea di raccoglimento e di cura intesa come dedizione e senso di appartenenza ai luoghi. A partire dalla ricostruzione di uno spazio che riporta metaforicamente a una dimensione di intimità, il legame visivo con le abitazioni che caratterizzano il territorio della città e quello con il mare che si estende alla vista dalla posizione prescelta, il nesso che dal materiale di rivestimento costitutivo dell'opera rimanda al Mediterraneo come dimora dei popoli, sono infine risultati decisivi nell'aggiudicazione del premio”.lazioni con l’articolata struttura del castello, con il territorio circostante, ma anche tra i suoi diversi pubblici, che divengono così partecipi di un’esperienza di condivisione.

Leggi di più

Un'Opera per il Castello

E’ alla sesta edizione il concorso nazionale “Un’Opera per il Castello”, dedicato ai giovani artisti per un progetto da realizzare per il museo di Castel Sant’Elmo a Napoli.

Il concorso, promosso dal Polo museale della Campania, è stato reso possibile grazie alla collaborazione e al sostegno DGAAP, nell’ambito del PAC.

Il concorso si propone di rafforzare la vocazione del Castello come spazio sperimentale in cui i giovani artisti possano trovare un legittimo riconoscimento attraverso esperienze innovative.

L’opera vincitrice viene acquisita dal Polo museale della Campania ed entra a far parte della collezione permanente di Castel Sant’Elmo.

Il tema della VI edizione del Concorso "Un'opera per il Castello", promosso dal Polo museale della Campania con il sostegno della Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane, è “Le forme dell’abitare. Convivenza e interazione”. Gli spazi di Castel Sant'Elmo di Napoli si prestano ad innumerevoli interpretazioni e possibilità di fruizione favorendo la sperimentazione di linguaggi innovativi che rileggano la fortezza cinquecentesca in chiave contemporanea. La poliedricità di Sant’Elmo fornisce lo spunto per immaginare diverse modalità in cui è possibile viverne gli spazi, trasformandoli in scenario e dimora allo stesso tempo. Si pone così l’accento sulle relazioni con l’articolata struttura del castello, con il territorio circostante, ma anche tra i suoi diversi pubblici, che divengono così partecipi di un’esperienza di condivisione.

La vocazione al contemporaneo di Castel Sant’Elmo si è consolidata con l’apertura, nel marzo del 2010, della sezione museale Novecento a Napoli.

L’attività del museo, che si definisce non a caso in progress, è rivolta non solo all’acquisizione di nuove opere d’arte e all’ampliamento dei suoi confini cronologici e tematici, ma anche a un confronto continuo con la storia del Novecento e con l’ampio e variegato panorama delle esperienze creative attuali.

Il concorso Un’opera per il Castello si inserisce in questa linea di attività, e si rivolge ai giovani artisti, chiamati a elaborare un progetto che, partendo dalla realtà del luogo storico - attraverso azioni, gesti e segni - riveli nuove possibilità di intreccio e connessione con l’altro, attivando inedite attribuzioni di senso.

Procedure e informazioni

La partecipazione è libera e gratuita.
Possono partecipare gli artisti di nazionalità italiana o stranieri che lavorano stabilmente in Italia, di età compresa tra i 21 anni e i 36 anni - singolarmente o in gruppo - che possono aver svolto la loro formazione presso istituti italiani e stranieri ed esposto preferibilmente in una galleria, centro culturale, fondazione, istituzione museale pubblica o privata verificabile e riconosciuta come tale.
I progetti dovranno essere inediti
Il vincitore riceverà un premio di 10 mila euro, comprensivo della realizzazione dell’opera\progetto.
La giuria, nominata dopo la scadenza dei termini di consegna, sarà composta da storici dell’arte, professori universitari e dell’Accademia di Belle Arti, galleristi, curatori, collezionisti, esperti del settore e rappresentanti di realtà che interagiscono con i giovani artisti, oltre che da un rappresentante dellaDGAAP.

Prorogata fino al 13 giugno la scadenza per partecipare alla VI edizione del Concorso Un'Opera per il Castello, a cura di Angela Tecce con Claudia Borrelli e aperto ad artisti under 36.
La partecipazione è libera e gratuita, per tutte le informazioni, l’iscrizione e l’invio del materiale consultare il sito web del concorso:
www.polonapoli-projects.beniculturali.it