La guida I luoghi del contemporaneo costituisce una mappatura dei musei e dei centri d’arte che operano nel settore del contemporaneo su tutto il territorio nazionale.

Uno strumento per muoversi con più consapevolezza tra la vasta offerta di luoghi d’arte contemporanea italiana, nei riflessi e nelle interazioni con le esperienze internazionali.

La prima edizione è stata pubblicata nel 2003 dalla DARC; la seconda (attualmente scaricabile on-line) è del 2012, a cura del Servizio V della PABAAC.

E’ prevista la terza edizione aggiornata entro il 2016, a cura della DGAAP.

Procedure e informazioni

Per essere inseriti nella guida ai luoghi del contemporaneo non sono necessari alcuni requisiti che determinano la fruibilità del “luogo”: consentire l’accesso al pubblico con strutture adeguate (anche per i disabili) e con orari di apertura garantiti, supportare la visita con servizi di accoglienza, attività didattiche e intrattenimento per l'infanzia e altro (vedi tabella).